Teatro&Coaching: progetto Pilota

Grazie al sostegno e grazie ad una donazione in memoria di Natale Malvezzi, imprenditore e studente in Parma , e di sua moglie Luigina Pacini maestra alle scuole elementari , genitori e nonni, questo percorso è ora realtà.

Il percorso si propone di sostenere la crescita degli individui, in questo caso adolescenti, supportandoli a riconoscere, accogliere e utilizzare le proprie emozioni, al fine di aprirsi alle proprie abilità e punti di miglioramento per scoprire e quindi esprimere il proprio talento nella vita.
L’obiettivo è quello di creare uno stimolo per nuovi spazi d’azione, che conferiscano ai giovani la responsabilità di accesso al proprio futuro.
Il percorso è partito dalla scoperta delle proprie competenze emotive, si sono identificate le aree di miglioramento e si sono focalizzati gli obiettivi di sviluppo e di rafforzamento dei punti di forza di ogni singolo ragazzo, grazie al quale i partecipanti, sulla base di incontri individuali, hanno avuto modo di conoscere meglio se stessi e riflettere sui propri obiettivi di vita.
Sulla base degli obiettivi individuali si è iniziato a lavorare con il Group Coaching e il Teatro.

image
La metodologia utilizzata nel Teatro Sociale è quella dell’educazione non formale e delle arti performative volte al miglioramento delle relazioni individuali e di gruppo. Sono utilizzati e sviluppati esercizi e attività esperienziali per stimolare i partecipanti a prendere una migliore consapevolezza di sé e delle proprie capacità di comunicazione.
L’utilizzo delle tecniche di coaching (ascolto attivo, domande, feed-back, passare all’agire) permette ai ragazzi di scoprire a che punto sono, i progressi fatti e dove vogliono arrivare, individuando eventuali aree di miglioramento e i passi necessari per farlo. Si focalizza Il tema delle emozioni legate ai sogni realizzabili, della fiducia nel futuro e della responsabilità, portando i partecipanti ad una crescita di competenze in ambito di cittadinanza attiva e di capacità di inserimento professionale, spirito critico e spirito di iniziativa, dando impulso al proprio orientamento scolastico.
L’esito finale, che avverrà al Teatro delle Briciole all’interno del progetto Meeting Giovani organizzato dall’AUSL di Parma, sarà la messa in scena del lavoro fatto dagli alunni di fronte ad un pubblico di coetanei.
Il primo atto concreto, creato, pianificato, sviluppato con consapevolezza del loro mettersi in gioco responsabilmente.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *